GEOCOMPLY FA CAUSA A UN CONCORRENTE PER VIOLAZIONE DEL BREVETTO

La geolocalizzazione, la tecnologia che dà a un fornitore di servizi Internet la possibilità di essere alla conoscenza della posizione di un cliente senza alcun dubbio, è fondamentale per il modo in cui operano i casinò online e i siti di scommesse sportive statunitensi. Uno dei pionieri e molto ben consolidata nel panorama è GeoComply.

La società di recente ha intentato una causa per violazione di brevetto contro una nuova società, Xpoint, secondo i termini di come viene determinata la posizione di un cliente.

Secondo un articolo su Legal Sports Reports, GeoComply ha intentato una causa contro la società il 27 settembre, in seguito alle prime attività della società nel mercato statunitense. La causa presumibilmente si riferisce al lavoro di Xpoint con PlayStar e il suo casinò online, un’attività appena avviata nel New Jersey. Secondo il rapporto, anche due bookmaker del New Jersey: Sporttrade e Mojo utilizzano i servizi di Xpoint.

Secondo quanto riferito, GeoComply sta cercando di proteggere il suo brevetto e persegue le dovute tutele.

FIDUCIOSO NEL MERITO DELLA CAUSA

La società ha dichiarato in una nota:

“Questa azione riguarda la protezione della tecnologia proprietaria di GeoComply.

“Accogliamo con favore una sana concorrenza e nuove idee sul mercato e la capacità di distinguere le nostre soluzioni e tecnologie all’avanguardia dalle altre. Rispettiamo allo stesso tempo, e ci aspettiamo che gli altri rispettino, la preziosa proprietà intellettuale per il cui sviluppo società come la nostra hanno dedicato molto tempo, impegno e denaro. Siamo fiduciosi nel merito del nostro caso”.

Secondo il rapporto, GeoComply sostiene che Xpoint sta violando uno dei suoi brevetti utilizzando gli stessi metodi di raccolta dei dati che GeoComply possiede e utilizza per eseguire la propria tecnologia di geolocalizzazione.

Il brevetto USA 9.413.805B2 è stato concesso a GeoComply il 9 agosto 2016.

LA GEOLOCALIZZAZIONE FA PARTE DEL GIOCO D’AZZARDO ONLINE

Quasi tutti i casinò online utilizzano la geolocalizzazione come parte del framework di gaming istantaneo HTML5, ma la maggior parte è facile quanto leggere l’indirizzo IP di un browser. Alcuni operatori fanno un ulteriore passo avanti e tentano di determinare se un visitatore sta utilizzando una VPN o un’altra tecnologia che nasconda la posizione. I metodi di GeoComply sono molto più specifici e imbattibili – qualcosa su cui insistono le autorità di regolamentazione negli stati degli Stati Uniti in modo che possano essere sicuri che un giocatore appena varcato il confine di uno stato o in qualsiasi altro luogo non possa prendere parte al gioco d’azzardo con soldi veri.

Nella causa viene sostenuto che Xpoint era a conoscenza del fatto che stava abusando della proprietà intellettuale.

“In base alle informazioni e alle convinzioni, XPoint sa e in ogni momento attinente sapeva che il software di geolocalizzazione XPoint è realizzato o adattato per essere utilizzato in una violazione di uno o più reclami”

Xpoint non ha voluto rilasciare ulteriori commenti, ma ha affermato che le accuse erano prive di fondamento.

Le informazioni dettagliate sulle accuse di GeoComply sono state fornite come segue:

 “Un metodo per determinare una geolocalizzazione, e tale metodo comprende:

-trasmettere una richiesta ad un primo server tramite un primo dispositivo;

-raccogliere i dati di geolocalizzazione associati al primo dispositivo in risposta alla richiesta, i dati di geolocalizzazione raccolti da un modulo archiviato in memoria ed eseguiti da un processore sul primo dispositivo, il primo dispositivo in comunicazione con il primo server che fornisce un servizio su una rete ;

-identificare che uno o più programmi selezionati sono presenti sul primo dispositivo;

-trasmettere i dati e i programmi di geolocalizzazione e un elenco dei programmi al momento selezionati a un secondo server;

-ricevere un messaggio di geolocalizzazione dal secondo server, il messaggio di geolocalizzazione generato almeno in parte dai dati di geolocalizzazione e un elenco dei programmi attualmente selezionati;

-trasmettere il messaggio di geolocalizzazione ricevuto al primo server.

Xpoint ha tempo fino al 20 ottobre presentare un ricorso.

Fonte: GeoComply fa causa a Xpoint per violazione di brevetto, rapporti sportivi legali, 4 ottobre 2022