RAPPORTO ANNUALE DELLA MGA – RTP MINIMO IN CALO, NESSUNA LICENZA SOSPESA

La Malta Gaming Authority (MGA) ha pubblicato il suo rapporto annuale insieme ai rendiconti finanziari per l’anno terminato il 31 dicembre 2021. Il riepilogo del rapporto offre una panoramica delle attività dell’Autorità durante l’anno con alcuni approfondimenti più dettagliati. Inoltre sono presenti anche dichiarazioni previsionali per le prospettive a medio termine basate sulle informazioni attuali. A seguire il rapporto ci sono circa 50 pagine di statistiche dettagliate sull’industria dei casinò locali e sui fornitori online di tutto il mondo con licenza a Malta e che sono operative sotto l’autorità della MGA.

Con l’obiettivo di migliorare l’efficienza e l’efficacia, l’MGA ha identificato e implementato diversi cambiamenti per quanto riguarda il modo in cui opera. La burocrazia è stata ridotta rinnovando il processo di candidatura per gli operatori online. Internamente hanno inoltre cambiato il modo in cui vengono affrontate le questioni di conformità e il processo di fornitura di linee guida per la correzzione delle mancanze degli operatori.

Il gioco d’azzardo con Bitcoin è stato affrontato attraverso emendamenti al documento esistente dell’Autorità: “Linee guida sull’uso di accordi tecnologici innovativi e sull’accettazione di risorse finanziarie virtuali e token virtuali attraverso l’implementazione di un ambiente sandbox”.

L’emendamento prevedeva un’estensione del framework sandbox al 31 dicembre 2022. Un resoconto completo dell’emendamento è disponibile in formato PDF nel rapporto completo.

L’RTP MINIMO CALA DEL 7%

Nel mese di maggio è stato pubblicato un documento programmatico relativo alle modifiche alla soglia minima RTP in seguito a una consultazione chiusa con “consulenti, operatori business-to-consumer e operatori business-to-business”, ma non vi aveva preso parte nessun sostenitore dei giocatori. L’emendamento ha abbassato la precedente percentuale di ritorno teorico minimo online per i giocatori dal 92% all’85% traducendosi in una mazzata per i giocatori e una spinta ai profitti degli operatori di casinò e dei fornitori di giochi che forniscono slot in base alla quota di compartecipazione alle entrate.

L’MGA non richiede ai casinò di fornire ai giocatori l’RTP di un determinato gioco ed era già considerata una giurisdizione meno desiderabile di quelle che richiedono la divulgazione. Molti giocatori nei forum del settore hanno fatto presente come lo stesso gioco avrà un RTP diverso se fornito a un operatore in una giurisdizione come il Regno Unito che richiede la piena divulgazione e nei casinò che non lo fanno.

Il divario nei rendimenti a lungo termine adesso può essere a due cifre. Molti sviluppatori di giochi forniscono una gamma di calcoli RTP tra i quali l’operatore che si abbona può scegliere. Pochissimi casinò online divulgano queste informazioni a meno che non sia necessario, ma i giocatori hanno ancora alcune risorse per fare una scelta informata.

Questa modifica nel rapporto è stata espressa spiegando che: “Tali emendamenti hanno come obiettivo quello di semplificare la percentuale minima di ritorno al giocatore applicabile ai licenziatari in tutti i settori”.

Altre modifiche si riferiscono a criteri specifici per i funzionari chiave senza dettagli approfonditi forniti nella sintesi del rapporto.

È stata offerta una consultazione pubblica “sull’applicabilità delle linee guida dei fornitori di servizi di audit di sistema e di conformità all’audit finanziario” come un modo per dare la possibilità al pubblico di comprendere meglio la proposta che è di gran lunga più interessante per le parti interessate del settore che per i giocatori..

NESSUNA LICENZA SOSPESA NEL 2021, SOLAMENTE SETTE QUELLE CANCELLATE

Tornando alle modifiche in “Efficacia ed efficienza” che sono state menzionate precedentemente, l’Autorità ha implementato diverse sanzioni amministrative e avvertimenti rispetto agli anni precedenti, motivo per cui le cancellazioni delle licenze sono scese a un totale di sette per l’anno solare 2021. Dodici licenze sono state annullate nel 2020 e 14 sono state revocate nel 2019.

Nessuna licenza è stata temporaneamente sospesa nel 2021, tre sono state sospese per motivi di conformità nel 2020 e undici sono state sospese nel 2019.

Secondo il rapporto: “Sono stati effettuati oltre 1.150 controlli in merito all’integrità criminale su individui, azionisti e titolari effettivi finali, persone chiave e altri dipendenti e società del settore dei gaming terrestre e online”.

Inoltre, tre domande di licenza sono state respinte a titolo definitivo mentre “13 persone e società sono state ritenute non all’altezza degli standard di correttezza dell’Autorità dal Comitato Fit & Proper, soprattuto sulla base dell’attenuazione dei rischi di riciclaggio di denaro o finanziamento del terrorismo”.

Il presidente dell’MGA, il dott. Ryan C. Pace, ha aperto il rapporto con la seguente affermazione: “Ripensando al mio primo anno intero come presidente del consiglio dei governatori dell’MGA, sono incoraggiato dai progressi che l’Autorità e il consiglio hanno compiuto nel 2021. Abbiamo lavorato senza sosta per perpetuare la visione dell’MGA diventando un’autorità di gaming di livello mondiale, implementando le migliori pratiche e regolando in maniera efficiente un fiorente settore del gaming in un modo che sia di supporto all’evoluzione del settore”.

Fonte: L’MGA pubblica la relazione annuale e il bilancio 2021, 15 settembre 2022