Il capo di Donaco afferma che un’imminente legalizzazione dei casino’ in Thailandia e’ poco probabile

Il CEO dell’operatore di casinò Donaco International Ltd. non pensa che la Thailandia legalizzerà il gioco d’azzardo in un futuro vicino ed si è detto fiducioso che la loro proprietà di punta a Poipet, in Cambogia avrà successo a lungo termine.

Lee Bug Huy è intervenuto come CEO della società di casinò quotata in Australia lo scorso anno come parte di una ampia revisione della camera di consiglio.

Il signor Lee ha commentato quanto sopra venerdì scorso in risposta alle domande degli investitori dopo che la società ha pubblicato il suo rapporto per la prima metà dell’anno finanziario in corso.

Alla domanda su cosa pensasse della potenziale legalizzazione dei casinò in Thailandia e se la sua società avesse adottato misure per limitare il rischio finanziario, l’esecutivo ha detto che “in questo momento non ci aspettiamo che il governo thailandese legalizzi il gioco d’azzardo” e che in quanto a superare l’impatto della crisi del Covid-19, “porteremo avanti la nostra rigorosa strategia di controllo dei costi e ci prepareremo per la riapertura delle frontiere”.

Il primo ministro thailandese Prayut Chan-o-cha ha indicato che la legalizzazione del gioco d’azzardo è stata oggetto di discussione nel mese di gennaio. Ha detto che potrebbe prendere in considerazione una misura per i casinò nel tentativo di frenare l’aumento di strutture di gioco d’azzardo illegali nel paese.

La Thailandia ha uno dei più rigidi quadri normativi contro il gioco d’azzardo nel sud-est asiatico. Secondo la legge nazionale sul gioco d’azzardo, emanata nel 1935, le lotterie statali e le scommesse sulle corse di cavalli sono le uniche attività legali di gioco d’azzardo.

L’anno scorso, i legislatori hanno adottato una serie di misure volte a reprimere gli operatori di gioco d’azzardo online che si rivolgono ai clienti thailandesi.

Il casino’ thailandese sul confine e’ pronto a continuare la crescita dopo la pandemia

Commentando le prospettive per la loro proprietà di punta, Star Vegas Resort and Club, il signor Lee ha affermato che l’epidemia di Covid-19 di gennaio nella “larga area regionale” avrà un impatto temporaneo e breve sulla loro attività.

Tuttavia, prevedono che sarà superato da una prospettiva positiva nel lungo termine poiché le vaccinazioni dovrebbero essere avviate in tutta la regione nella seconda metà dell’anno finanziario. La vaccinazione è iniziata in Cambogia in marzo, mentre in Vietnam, dove Donaco gestisce anche i casinò, dovrebbe iniziare entro la fine del mese.

Il signor Lee ha anche evidenziato che la società ha registrato un EBITDA positivo durante la prima metà dell’esercizio finanziario e ha attribuito il risultato a una strategia efficace. Dopo la revisione della camera di consiglio, l’operatore di casinò si è concentrato sulla risoluzione di “ciò che doveva essere risolto” ed è ora pronto per “andare avanti quando la situazione legata al Covid-19 migliorerà”.

Situato a Poipet, vicino al confine thailandese, lo Star Vegas è il più grande complesso di casinò della città ed è la proprietà più redditizia di Donaco. La società ha acquistato l’hotel di lusso e il complesso di gaming nel 2015 con un’iniziativa che ne ha aumentato notevolmente la dimensione e la portata. Donaco offre i propri servizi ai giocatori d’azzardo dai mercati thailandesi e cinesi.

The post Il capo di Donaco afferma che un’imminente legalizzazione dei casino’ in Thailandia e’ poco probabile appeared first on Casino News Daily.

PlanetWin casino B VERIFICA
Fino a 1050€ di bonus sul casinò!
Betaland casino VERIFICA
100% di BONUS fino a 100€
Sisal casino VERIFICA
BONUS PROGRESSIVO CASINO FINO A 1005€