La situazione finanziaria del Texas incide sugli sforzi per i casino’

L’industria dei casinò statunitense in genere considera il Texas come una miniera d’oro. Ma il problema con lo sviluppo di proprietà di gaming nello stato deriva dalla sua solida situazione economica.

Come molti altri stati, anche il Texas ha sofferto a causa della pandemia di coronavirus. La situazione non è così grave come in altre regioni degli Stati Uniti, ma il Lone Star State sta ancora subendo alcune perdite.

I legislatori vedono la normativa sul gaming e sulla cannabis come una possibile compensazione per tali perdite. Tuttavia, secondo il redattore esecutivo del Texas Tribune, Ross Ramsey, una recente previsione economica cancella ogni preoccupazione.

Ramsey ha detto: “Alcune tra le persone che promuovono i casinò e le vendite di marijuana in Texas speravano che la recessione provocata dalla pandemia avrebbe orientato le menti dei legislatori verso la possibilità di nuovi modi per raccogliere fondi senza far arrabbiare i contribuenti”.

Anche se ai politici in genere piace provare nuove fonti di guadagno, si è scoperto che il Texas non avrà bisogno dei soldi extra che i casinò e la marijuana potrebbero portare.

La scorsa settimana il controllore Glenn Hegar ha pubblicato la Biennial Revenue Stima (BRE), che mostra che lo stato avrà a disposizione 112,5 miliardi di dollari per spese generali per il biennio 2022-23.

Secondo Hegar, le entrate rappresentano un numero stimato con una diminuzione dello 0,4% rispetto al fondo per il biennio 2020-21. Ha aggiunto: “Questo calo è un conseguenza diretto della pandemia COVID-19, che ha causato che le entrate dai servizi di riscossione siano ben al di sotto di quanto previsto quando la legislatura ha approvato il bilancio 2020-21. Il saldo finale 2020-21 sarà vicino a un negativo di un miliardo di dollari”.

L’anno scorso, Las Vegas Sands ha appoggiato la legislazione repubblicana in Texas con milioni di dollari. Non è un segreto che il defunto presidente di LVS Sheldon Adelson fosse interessato al mercato del gaming in Texas.

Anche se Adelson è morto, il suo vice presidente e CEO Rob Goldstein e il CFO Patrick Dumont condividono molte delle sue visioni e pianificano di continuare l’azione di lobbying con la speranza di portare un resort integrato di fascia alta in Texas.

Due fattori per l’espansione del gaming

Quando si parla di espansione del gaming in un determinato stato, ci sono due fattori da tenere in considerazione. Il primo è il bisogno dello stato di maggiori entrate.

L’altro fattore è la soppressione di entrate ad altri stati. Secondo alcune fonti, il Texas ha già portato 5 miliardi di dollari ad altri stati.

Alcuni stati come l’Oklahoma, la Louisiana, stanno già ottenendo parecchi guadagni dal mercato del gaming online, ma i legislatori del Texas sembrano non mostrare alcun interesse per la questione, specialmente per i dollari di gaming che finiscono in un altro stato.

Ramsey sottolinea che i politici nello stato sono stati a lungo reattivi quando si tratta di gaming. La legalizzazione del bingo, della lotteria e altro è nata per necessità, e non per qualcos’altro.

Un altro fattore che potrebbe contribuire agli sforzi peri casinò in Texas è legato al fatto che varie società stanno spostando la sede centrale dalla California in Texas.

The post La situazione finanziaria del Texas incide sugli sforzi per i casino’ appeared first on Casino News Daily.

Starcasino casino VERIFICA
Super Bonus benvenuto da 1000€
Sisal casino VERIFICA
BONUS PROGRESSIVO CASINO FINO A 1005€
Leo Vegas casino VERIFICA
Per te 225 free spins + un bonus fino a 1.000€