L’associazione consumatori svedese rimprovera gli operatori di gioco d’azzardo per termini e condizioni poco chiari

Il settore del gioco d’azzardo online in Svezia è stato nuovamente colpito dalle critiche delle associazioni dei consumatori locali, questa volta a causa di termini e condizioni che impongono ai clienti.

L’associazione svedese per i consumatori, la Konsumentverket, la scorsa settimana ha affermato di aver esaminato i termini e condizioni implementati da 13 operatori di casinò e scommesse online con licenza locale e di aver riscontrato una serie di carenze nei termini di servizio di questi operatori.

Le carenze elencate includevano restrizioni sul prelievo e modifiche ai termini del contratto tra il giocatore e il fornitore di servizi che in molti casi sono poco chiari e “non esaustivi”.
I 13 operatori indagati e criticati dall’associazione svedese dei consumatori sono stati:

AG Communications Limited (Karamba) Bayton Limited (JackpotCity, Ruby Fortune)
Blue Star Planet Limited (10Bet) ComeOn Sweden Ltd Ellmount Gaming Limited (Casinoroom) Genesis Global Limited Interwetten Gaming Limited MOA Gaming Sweden Limited Pixel Digital Ltd (PixelBet) Smarkets (Malta) Limited Svenska Spel Sport & Casino AB Videoslots Ltd Zecure Gaming Ltd (Guts, Rizk)

La maggior parte di queste società è stata precedentemente multata e/o avvertita dall’Autorità svedese per il gioco d’azzardo per una serie di diverse violazioni delle leggi e dei regolamenti nazionali sul gioco d’azzardo.

L’associazione svedese dei consumatori ha affermato la scorsa settimana che vi è “un significativo margine di miglioramento” nei T&C gestiti da ciascuna delle 13 società. L’associazione ha inviato la sua revisione a ciascuno dei 13 operatori e alle loro organizzazioni madri e ha detto che seguirà la sua revisione per vedere “fino a che punto il settore sceglie di adeguarsi quando si tratta di utilizzare termini contrattuali ragionevoli ed equilibrati”.

T&C “formulato in modo non chiaro”

Konsumentverket ha affermato nella sua recensione che gli operatori di gioco d’azzardo non dovrebbero richiedere ai propri clienti di fornire documentazione aggiuntiva per elaborare un prelievo poiché eseguono la due diligence su ogni cliente quando questi aprono un conto.

Il difensore civico dei consumatori ha osservato che tale richiesta può essere interpretata come un tentativo di rendere più difficile per un cliente ritirare le proprie vincite.

L’agenzia ha poi aggiunto che molti termini e condizioni sono “formulati in modo non chiaro” e rendono difficile per i clienti conoscere le possibili conseguenze che queste condizioni possono avere.

Konsumentverket ha scoperto che alcuni degli operatori sopra elencati hanno dichiarato che sono le leggi della giurisdizione dove sono situati tali operatori ad essere applicate in caso di qualsiasi controversia che possa sorgere tra gli operatori e i loro clienti e che tali controversie sono esaminate in un tribunale di quella giurisdizione. Tuttavia, il difensore civico svedese ha fatto presente che ciò è in conflitto con le direttive dell’UE che richiedono la risoluzione delle controversie dei consumatori nel paese in cui il consumatore ha la sua “residenza abituale”.

Konsumentverket ha riscontrato che alcuni operatori non hanno fornito informazioni adeguate sugli organismi alternativi di risoluzione delle controversie. L’agenzia ha detto a questi operatori che dovrebbero precisare nei loro T&C che i clienti possono rivolgersi al comitato generale per i reclami della Svezia e alla piattaforma di risoluzione delle controversie online dell’UE per risolvere eventuali dispute.

The post L’associazione consumatori svedese rimprovera gli operatori di gioco d’azzardo per termini e condizioni poco chiari appeared first on Casino News Daily.

Leovegas casino VERIFICA
Per te 225 free spins + un bonus fino a 1.000€
Betaland casino VERIFICA
100% di BONUS fino a 100€
GoldbetR casino VERIFICA
BONUS BENVENUTO CASINÒ 200€