PokerStars ha ricevuto una multa di 1000 dollari nel New Jersey per un’anomalia dell’autoesclusione

PokerStars è stato nuovamente sanzionato con una multa dalla Division of Gaming Enforcement (DGE) del New Jersey dopo che un problema tecnico sulla sua piattaforma ha consentito a un cliente autoescluso di scommettere più di 500.000 dollari con l’operatore di gioco d’azzardo online.

Secondo un avviso di violazione inviato dal DGE all’organizzazione madre di PokerStars, The Stars Group, a fine gennaio, il regolatore ha decretato una sanzione civile di 1.000 dollari alla società per non aver impedito che due giocatori autoesclusi accedessero al suo sito nel New Jersey.

Solo uno dei due clienti ha effettivamente giocato. L’incidente è avvenuto nel 2019.

Il giocatore che ha scommesso con l’operatore ha richiesto un periodo di autoesclusione di sei mesi nel settembre 2018. Nel febbraio 2019, ha chiesto la totale autoesclusione dal sito di poker e casinò online.

Nel luglio dello stesso anno, ha contattato l’assistenza clienti e ha chiesto di ottenere l’accesso al suo account. Il team di PokerStars ha riattivato l’account del giocatore perché il periodo di autoesclusione di sei mesi originariamente richiesto era scaduto. Un problema tecnico sulla piattaforma non era riuscito a posizionare un flag di auto-divieto sull’account, il che gli ha permesso di giocare di nuovo.

Dopo che gli è stato riattivato l’account, ha giocato per dieci mesi tra il luglio 2019 e l’aprile 2020. In quel periodo, il giocatore ha effettuato depositi per un totale di 11.450 dollari e ha prelevato 112,97 dollari. Ha piazzato quasi 550.000 dollari in puntate al casinò online e più di 91.000 dollari in puntate di poker online durante quel periodo.

PokerStars e la sua organizzazione madre hanno fruttato un profitto di poco più di 16.000 dollari da quel giocatore, secondo il DGE Notice of Violation.

All’operatore e’ stato ordinato di rinunciare al profitto ottenuto

Come accennato in precedenza, l’operatore di gioco d’azzardo online è stato condannato a pagare una multa di 1.000 dollari per non aver impedito ai clienti autoesclusi di riattivare i propri account. Il regolatore del New Jersey ha anche a PokerStars di rinunciare al suo profitto di oltre 16.000 dollari.

Il genitore di PokerStars, che ora fa parte del gigante irlandese del gioco d’azzardo Flutter Entertainment, ha informato il DGE dell’incidente nel maggio 2020. Da allora ha bloccato l’account del giocatore.

L’operatore ha spiegato di aver rilevato il problema tecnico durante una verifica del database dei giocatori. È stato scoperto che il giocatore in questione ha scelto di autoescludersi il giorno in cui il sito stava aggiornando il suo software. Dopo un tentativo di aggiornamento fallito, il giocatore non è stato contrassegnato correttamente come uno che ha scelto di autoescludersi dal gioco d’azzardo sul sito.

PokerStars ha detto al DGE che dopo il tentativo fallito, ha annullato la sua versione di build ed è tornata al database in standby, il che ha comportato che alcune transazioni venissero annullate. Successivamente, questi non sono stati copiati nel database in standby.

Questa non è la prima volta che l’operatore viene multato dal regolatore locale. Nel 2017, è stata inflitta una multa di 25.000 dollari per non aver impedito ai giocatori fuori dallo stato di giocare d’azzardo sul suo sito del New Jersey. Nel 2019, The Stars Group è stato multato con 10.000 dollari per aver accettato scommesse su eventi sportivi vietati.

The post PokerStars ha ricevuto una multa di 1000 dollari nel New Jersey per un’anomalia dell’autoesclusione appeared first on Casino News Daily.

Codere casino VERIFICA
BONUS BENVENUTO CASINÒ 100% FINO A 200€
Betaland casino VERIFICA
100% di BONUS fino a 100€
GoldbetR casino VERIFICA
BONUS BENVENUTO CASINÒ 200€