UKGC sanziona i dipendenti di Caesars casino per omissioni legate alle licenze

Un anno dopo che la UK Gambling Commission (UKGC) ha inflitto a Caesars Entertainment una multa record, il regolatore ha annunciato di aver preso provvedimenti anche contro i titolari della Personal Management License (PML) che lavoravano presso l’operatore di casinò.

Rilasciate dall’UKGC, queste licenze sono detenute da persone che occupano posizioni dirigenziali presso operatori di gioco d’azzardo con licenza nel Regno Unito e sono responsabili della strategia e della fornitura di attività di gioco, pianificazione finanziaria, budget, marketing, conformità normativa, fornitura e sicurezza IT di queste società.

Nell’aprile 2020, il watchdog del Regno Unito ha inflitto a Caesars, che gestisce proprietà di casinò in tutto il Regno Unito, una multa di 13 milioni di sterline, in riferimento a “una lista di responsabilità sociale, riciclaggio di denaro e errori di interazione con i clienti“.

La Commissione ha emesso una multa salata dopo che un’indagine ha scoperto gravi violazioni nel modo in cui l’operatore sanzionato ha gestito gli utenti VIP tra gennaio 2016 e dicembre 2018.

Secondo i termini delle loro licenze, le società rivolte al Regno Unito sono tenute a fornire servizi socialmente responsabili e ad interagire con qualsiasi cliente che mostri segni di comportamento problematico legato al gaming. Inoltre, devono condurre controlli sulla fonte dei fondi sui loro clienti per prevenire il riciclaggio di denaro e altri crimini finanziari spesso associati ai settori del gaming e delle scommesse.

In uno dei casi più gravi rilevati dagli investigatori dell’UKGC, Caesars non è riuscito a interagire con un cliente che ha scommesso 323.000 sterline in un periodo di 12 mesi e ha mostrato sintomi di dipendenza dal gioco d’azzardo.

In un altro caso, il grande operatore non è riuscito a controllare la provenienza dei fondi di un cliente a cui è stato consentito di spendere quasi 3,5 milioni di sterline nelle sue proprietà in soli tre mesi.

Indagine successiva sui titolari di PML

La Commissione per il gioco d’azzardo ha avviato un’indagine separata su diversi titolari di PML presso Caesars temendo che potessero non aver preso tutte le misure necessarie per garantire che le loro azioni fossero nel pieno rispetto dei termini delle loro licenze.

In una dichiarazione pubblicata mercoledì sul sito web del regolatore, si afferma che in seguito alla sua indagine, sette titolari di PML hanno ricevuto avvertimenti per le licenza, due hanno ricevuto lettere di consulenza e tre hanno rinunciato alle loro licenze in seguito alla notifica che erano stati sottoposti a revisione.

Inoltre, un titolare di PML ha rinunciato alla licenza mentre era soggetto all’indagine dell’UKGC ma prima della notifica che la sua licenza era stata sottoposta a revisione.

A un altro dei titolari di PML indagati è stata revocata la licenza a causa di canoni di licenza non pagati. Ben altri 18 hanno ricevuto lettere di consulenza al di fuori delle indagini.

Commentando le ultime azioni della Commissione, Richard Watson, direttore esecutivo del regolatore, ha affermato che tutti i titolari di PML “dovrebbero essere consapevoli che saranno ritenuti responsabili nel caso di carenze normative all’interno degli operatori che gestiscono”.

In un altro incidente, la Commissione ha revocato la licenza di un titolare di PML presso Caesars a causa di un alterco con un ospite presso la proprietà in cui lavorava.

The post UKGC sanziona i dipendenti di Caesars casino per omissioni legate alle licenze appeared first on Casino News Daily.

Williams2021 VERIFICA
215€ Bonus Benvenuto 15€ Subito + 200€
FantasyTeam VERIFICA
BONUS BENVENUTO DEL 50% FINO A 25 EURO
Eurobet VERIFICA
5€ BONUS + 10€ BONUS + BONUS FINO A 200€