L’Italia Si Avvicina al Nuovo Quadro di Concessione del Gioco d’Azzardo Online

L’Italia sta procedendo con la sua “riorganizzazione del gioco d’azzardo” mentre l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM) entra nelle fasi finali dell’implementazione di un nuovo quadro per le concessioni di gioco d’azzardo online. Lo scorso venerdì, l’ADM ha presentato la documentazione per questo quadro al Tesoro. Il Tesoro e il Consiglio di Stato forniranno pareri vincolanti su queste proposte.

Una volta approvato, questo quadro diventerà parte del decreto di “Riorganizzazione del Gioco d’Azzardo” che riformerà le leggi italiane sul gioco d’azzardo online e terrestre. Il Ministero del Made in Italy (precedentemente Ministero dello Sviluppo Economico) invierà quindi le regole tecniche alla Commissione Europea per una valutazione, avviando un periodo di “standstill” di tre mesi prima dell’adozione in Italia.

Nuovo Quadro di Licenze e Struttura delle Tariffe

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) ha approvato un nuovo quadro di concessioni che introduce una tariffa di 7 milioni di euro per concessioni di gioco d’azzardo online di nove anni. Questa tariffa è significativamente aumentata rispetto ai 200000 euro per le concessioni concesse nel 2018. Il MEF considera questo aumento appropriato per un mercato dominato da grandi aziende di gioco d’azzardo come SNAI (Playtech), Flutter Entertainment, Lottomatica ed Entain.

L’ADM ha rivisto i termini delle concessioni per vietare i siti di skin gambling, limitando gli operatori a un solo marchio per licenza. Come riportato da Agipronews, ogni permesso è ora limitato a “un concessionario, un sito web.” Inoltre, l’ADM richiede che gli operatori “attivino un’app per ogni categoria di prodotto: scommesse, casinò, poker e bingo.”

Regolamenti Più Severi e Controlli Rafforzati

Le nuove concessioni saranno soggette a un esame più rigoroso riguardo alla sicurezza informatica e all’integrazione dei giochi tra operatori e fornitori. Una volta in vigore il decreto, i licenziatari dovranno garantire che i loro giochi e sistemi IT siano verificati da un ente di certificazione esterno. L’ADM implementerà anche controlli rafforzati per monitorare i fondi dei giocatori e la loro gestione da parte dei licenziatari.

Mentre l’ADM avanza verso le procedure finali, prevede di stabilire un giorno D per il lancio del nuovo regime di concessioni. Antonio Giuliani, capo dell’ufficio online dell’ADM, ha dichiarato: “L’Agenzia stabilirà un giorno D per gli attuali operatori per iniziare a raccogliere scommesse con il nuovo regime.”

Giuliani ha aggiunto: “Altri operatori avranno fino a sei mesi per lanciare i loro sistemi come richiesto dalla legge. Garantiremo condizioni paritarie per gli attuali licenziatari e nuovi operatori che ottengono la licenza.”

Impatto Previsto e Prospettive Future

Se il nuovo quadro verrà lanciato nel 2024, l’ADM raggiungerà un obiettivo chiave del decreto di Riorganizzazione del Gioco d’Azzardo: risolvere le dispute legali di lunga data sulle concessioni di gioco d’azzardo italiane concesse dal 2011. Questo Decreto di Riorganizzazione rappresenta la prima valutazione regolatoria del gioco d’azzardo italiano dall’autorizzazione del gioco d’azzardo online nel 2011. Il decreto mira a proteggere i giocatori, in particolare i minori, combattere le attività criminali e aumentare le entrate fiscali per progetti governativi e iniziative sociali.

L’implementazione di questo nuovo quadro dovrebbe cambiare significativamente il panorama del gioco d’azzardo italiano, garantendo un ambiente più regolamentato e sicuro sia per gli operatori che per i giocatori.

Fonte: Italy begins final procedures to settle new licensing regime, CasinoBeats 9 luglio 2024.